Una clamorosa indiscrezione fa schizzare in alto un titolo nella seduta in cui Piazza Affari realizza un importantissimo record

0
30

A Milano la Borsa continua a salire ed oggi ha stabilito un nuovo record. Nella seduta odierna Piazza Affari ha realizzato la quinta seduta consecutiva al rialzo, anche se la chiusura lascia l’amaro in bocca.

Una clamorosa indiscrezione fa schizzare in alto un titolo nella seduta in cui Piazza Affari realizza un importantissimo record

Ma partiamo proprio dal risultato finale che può essere letto in due modi diversi. Al termine della seduta il Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB), ha chiuso in rialzo dello 0,07%, chiudendo a 24.880 punti. Questa performance potrebbe fare pensare a una chiusura poco mossa della Borsa e ad una seduta tranquilla. In realtà non è andata così. Stamattina il Ftse Mib ha aperto in deciso rialzo e sopra la soglia psicologica dei 25.000 punti. Nella prima mezzora i prezzi sono saliti fino a superare i 25.100 punti, realizzando così il massimo degli ultimi 12 mesi. Poi, però, hanno iniziato a scendere e sono calati per tutta la seduta. Solo nell’ultima ora, con l’apertura positiva di Wall Street, l’indice ha recuperato delle posizioni.

La lettura della giornata può essere fatta in due modi. Quella di chi vede il bicchiere mezzo pieno. Perché oggi la Borsa di Milano ha chiuso in rialzo e i prezzi sono saliti fino a realizzare il massimo degli ultimi 12 mesi. Quella di chi vede il bicchiere mezzo vuoto. Perché la chiusura sotto 25.000 punti, dopo aver superato questa soglia psicologica, può essere considerato un fattore di debolezza. Così come un fattore negativo può essere visto il fatto che dopo avere realizzato un massimo i prezzi sono scesi per tutta la giornata. Domani vedremo quale dei due punti di vista avrà avuto ragione.

Un rumor lancia in orbita un titolo

Intanto una clamorosa indiscrezione fa schizzare in alto un titolo nella seduta in cui Piazza Affari realizza un importantissimo record. Oggi è ritornato l’interesse sui titoli bancari. Tra tutti, il migliore è stato Monte Paschi di Siena. L’azione della banca senese ha strappato al rialzo del 6% sulle voci di una clamorosa indiscrezione. Si sta facendo spazio l’ipotesi spezzatino. Unicredit e Mediocredito Centrale potrebbero dividersi l’acquisto di MPS. La prima sarebbe interessata alle filiali della Toscana e del Nord Est, mentre il Mediocredito punterebbe a quelle del Sud Italia.

Su queste voci il titolo è schizzato in alto ai massimi degli ultimi tre mesi, chiudendo a 1,27 euro. La corsa potrebbe continuare anche nelle prossime sedute. Se i prezzi superassero la soglia di 1,30 euro potrebbero spingersi fino a 1,45 euro. Ma sarebbe negativo un ritorno dei prezzi sotto 1,29 euro, perché il titolo tornerebbe a 1,13 euro.

Approfondimento
Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)